C.D.D.

Carta dei Servizi 

La Cooperativa il Vomere gestisce due servizi diurni per disabili:

  • Il C.D.D. (Centro Diurno Disabili) accoglie, alla conclusione della scuola dell’obbligo, 30 utenti che soffrono di disabilità gravi e gravissime. Gli operatori presenti nel centro  sono 15, nella sede in  zona Averolda a Travagliato.

Si svolgono le seguenti attività:

  1. MANTENIMENTO – E’ opportuno dare un maggior rilievo a questo concetto. Infatti recenti studi hanno confermato, nella disabilità adulta,  la perdita di capacità cognitive, una tendenza ad un deperimento psicologico che dobbiamo fare in modo che non si manifesti patologicamente. Quindi ancora prima che sul concetto di cambiamento, il CDD si baserà su quello di mantenimento per fare in modo che regressioni non incidano troppo negativamente sugli utenti inseriti al CDD.
  2. PROGETTAZIONE – Adottiamo strumenti di valutazione dei comportamenti da assistere, educare o abilitare definiti  nella classificazione multi assiale icd-10 (International Classification of Diseases – Classificazione internazionale delle infermità) decisa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Le proposte assistenziali, educative e formative

Sono ancora organizzate in tre aree diverse:

  1. AREA ESPRESSIVE – forma e colore, teatro, musica, visioni, Danza
  2. AREA CURA DI SÉ – LABORATORIO MOTORIO – massaggi, relax, beauty, piscina, laboratorio motorio
  3. AREA DELL’APPRENDIMENTO – ABC, Prassi, computer, cucina, progetti sociali 

Schede quotidiane e rilevazione dei comportamenti problema

Oltre a queste iniziative sono avviati una serie di progetti integrati che prevedono l’utilizzo di schede specifiche che monitorino l’andamento dell’utente. La loro rielaborazione è  un altro lavoro dell’educatrice/tore di riferimento che consente di misurare realmente come sta andando la situazione, se vi sono dei miglioramenti, se le modalità individuate sono positive o se dobbiamo cambiare modo di operare.

Alle educatrici/educatori spetta:

  • Sorvegliare, assistere gli utenti inseriti al CDD
  • Predisporre gli interventi educativi, abilitativi in concerto con il responsabile e l’equipe
  • Predisporre la progettazione educativa
  • Mantenere in ordine le cartelle educative
  • Essere referenti per le famiglie
  • Essere referenti di un area
  • Partecipare ai lavori dell’equipe, alla formazione e alla supervisione

Assistenza e igiene

Oltre al lavoro educativo e abilitativo, il gruppo ASA sta portando avanti un programma di sostituzione del panno con cateteri non invasivi. Oltre a questo aspetto le ASA sono referenti quotidianamente dell’assistenza di coloro che hanno un maggiore bisogno di intervento assistenziale. In particolare ogni giorno debbono:

  • Preparare e frullare i pasti, imboccare gli utenti
  • Cambiare, lavare gli utenti con il panno
  • Seguire l’igiene dei denti degli utenti affidati
  • Pulire la sala mensa dopo pranzo e le stoviglie della mensa
  • Organizzare la lavanderia
  • Tenere puliti e ordinati i locali del CDD
  • Coadiuvare il compito delle educatrici/educatori nelle uscite e nella gestione dei gruppi
  • si pone tra i principali obiettivi di abilitazione, mantenimento e socializzazione dei suoi assistiti, Ruotare nei gruppi della piscina
  • Assicurare l’igiene periodica di alcuni utenti (doccia)

 

elogisugg                     reclamo

 
 

Il CDD del Vomere, non deve essere inteso esclusivamente come un ricettore di aiuti, risorse e necessità. Il CDD il Vomere vuole intendersi come un soggetto capace di proposizione culturale, sociale verso il territorio, cercando di caratterizzarsi esso stesso come risorsa, come attore relazionale che dice la sua al fine di creare uno spazio, vivo e pensato come una comunità che produce relazioni, momenti di confronto e di stimolo. In quest’ottica quindi produce atti di socializzazione in cui le persone disabili possano esprimere concretamente, cooperazione e di partecipazione al fine di un’integrazione attiva.

Le attività del CDD il Vomere intendono realizzare in linea generale queste prospettive:

Benessere fisico, Benessere emotivo, Benessere materiale, Relazioni interpersonali, Sviluppo personale, Autodeterminazione, Inclusione sociale, Diritti

Le attività del CDD sono organizzate in laboratori di cui sono principale riferimento gli operatori che attuano una serie di protocolli, tesi a definire la progettazione, le modalità osservative e applicative e le varie modalità di verifica.  Le attività intendono prendere in considerazione la complessiva realtà umana, quindi tentando di dare risposte complessive e globali ma anche mirate e personalizzate a tutti gli utenti inseriti.

 


Loading